Corporate Training

Stai cercando corsi off-the-shelf o un training personalizzato?

 

Formazione interaziendale

Guarda il Nostro calendario corsi erogati in aula

Per saperne di più…

E-training

Training online dove e quando vuoi

Per saperne di più…

Twitter

Scarica il calendario
catalogo formazione Project Management

News & Blog

4 Step per un Program Management Efficace NEWS / 4 Step per un Program Management Efficace 22/03/2017

Per stare al passo con le rapide dinamiche dell’Innovazione e soddisfare le richieste di Stakeholders e Clienti, è necessario per la Aziende cambiare il proprio modo di “fare business”.
La chiave per questo cambiamento strategico? Un efficace Program Management!

Ma cosa contraddistingue un Program Manager di successo?
TwentyEighty StratEx Italia ha individuato per te 4 semplici step!

Quali?

Scarica il PDF interattivo e scopri come essere un Program Manager vincente!

Vuoi saperne di più? Ti segnaliamo il nostro corso dedicato al Program Management
Per maggiori informazioni 02.83847.263

Leggi
I PDUs secondo il PMI’s Talent Triangle NEWS / I PDUs secondo il PMI’s Talent Triangle 22/03/2017

Il Project Management si sta evolvendo dall’essere una disciplina prettamente tecnica per acquisire sempre più un valore strategico. Questo trend si riflette nel Talent Triangle del Project Management Institute (PMI®).

Oltre il 90% di Aziende e Project Manager sta già investendo nella Formazione per stare al passo con queste evoluzioni. E tu? Hai già scelto come rimanere competitivo ed aggiornato?

In qualità di Registered Education Provider del PMI®, ti offriamo training efficaci per la tua crescita professionale, guidandoti verso ottenimento e mantenimento della Certificazione PMP®-PMI®

Scarica il PDF i e scopri come i nostri corsi rispondono alle expertise: Leadership, Strategic Business Management e Technical Skills.

Scegli l’appuntamento giusto per te: clicca qui per il Calendario Corsi 2017

Per maggiori informazioni 02.84837.263

Leggi
Oltre 6.000 i Certificati PMP® in Italia. E tu? NEWS / Oltre 6.000 i Certificati PMP® in Italia. E tu? 06/03/2017

La Project Management Professional Certification (PMP®) è uno step fondamentale nella carriera di ogni Project Manager.

Questa Certificazione, però, non è solo un titolo di prestigio.
Esistono reali e concreti vantaggi nell’essere PMP® certified!

In Europa, sono 34.000 i professionisti certificati. In Italia, 6.417.
E tu?

Scarica il documento interattivo e scopri i 4 vantaggi della PMP® Certification.
Ti segnaliamo il nostro corso dedicato PMP® Exam Power Preparation

Scopri la nostra offerta di Training in campo di Project Management base e Advanced
e pianifica con noi la tua Formazione: 02.83847.263

Leggi
Project Certifications: testimonianze di Successo NEWS / Project Certifications: testimonianze di Successo 02/03/2017

TwentyEighty Strategy Execution ha raccolto 3 Case Studies per dimostrare l’efficacia e l’importanza delle certificazioni in campo di Project Management.

Grazie alle testimonianze dei nostri clienti, vogliamo mostrare i numerosi e diversi vantaggi dell’essere un Project Manager esperto, qualificato e certificato.

Scarica il documento interattivo e leggi delle loro esperienze!

Per saperne di più sulle nostre Certificazioni, clicca qui

Sapevi che siamo REP del Project Management Institute? Leggi qui
Se invece sei interessato all’esame PMP® , ecco il corso che fa per te

Leggi
5 Tips per la tua WBS NEWS / 5 Tips per la tua WBS 20/02/2017

La Work Breakdown Structure (WBS) è un tool fondamentale per lo Scheduling and Cost Control di un progetto.

Grazie a questo diagramma è possibile fare una valutazione realistica del lavoro da svolgere, mantenendo ben chiaro il Triplice Vincolo (Project Constraints) di Cost, Time & Scope e strutturando il lavoro in Work Packages.

Ma è davvero così semplice creare una WBS?

Ecco 5 tips per una Work Breakdown Structure corretta ed efficace
Scarica il documento e scopri le nostre soluzioni

 

Ti segnaliamo il corso Scheduling & Cost Control 
per approfondire tutte le tecniche e i requisiti utili per un progetto di successo!

Leggi
La Strategia per il Successo in 5 Step NEWS / La Strategia per il Successo in 5 Step 14/02/2017

Capita che i progetti non vadano come ipotizzato e che gli unici risultati ottenuti siano solo spreco di tempo, costi e risorse.

Affinchè un’iniziativa abbia successo, è necessario sviluppare una strategia ben precisa.
Come? Basta non cadere in questi 5 semplici Step

Scarica il Brief di TwentyEighty StratEx e scopri quali sono le componenti fondamentali per sviluppare progetti vincenti in modo efficace, economico e coerente.

Ti segnaliamo il nostro ricco e completo curriculum di Project Management
Grazie ai nostri training sarà possibile approfondire tutti gli aspetti che caratterizzano un’iniziativa di successo!

 

Leggi
Business Analysis REBOOT NEWS / Business Analysis REBOOT 14/02/2017

La Business Analysis è fondamentale per il successo di un’azienda!

Negli ultimi 2-3 anni, questa disciplina ha visto grandi cambiamenti: una struttura sempre più solida e ragionata, importanti novità sulle possibilità di Certificazione per i professionisti del settore, una maggiore consapevolezza dei Manager sul ruolo strategico della Business Analysis

TwentyEighty Strategy Execution ha raccolto e tradotto tutto questo in un preciso ed efficace rilancio del suo intero Curriculum di Business Analysis, per rispondere alla nuove e crescenti esigenze dei nostri clienti e offrire una formazione up-to-date e vincente.

Scarica il documento e scopri tutte le caratteristiche del nostro Reboot!

Scopri i corsi di Business Analysis nel dettaglio

Leggi
Leadership 2.0 NEWS / Leadership 2.0 03/02/2017

La parola Leadership è sulla bocca di tutti. Ma è davvero così semplice essere un leader vincente?
Nell’ambiente di oggi, la conoscenza tecnica non è abbastanza!

Scarica il whitepaper e scopri cosa serve realmente per il successo personale e del proprio team di lavoro.

Scopri di più sul Mindset Model di TwentyEighty StratEx: partecipa al nostro corso dedicato
Ti segnaliamo, inoltre il nostro curriculum di Soft Skills

Perchè leader di successo non si nasce, si diventa!

Per maggiori informazioni 02.83847.263

Leggi
Contract Management: 5 Componenti per il Successo NEWS / Contract Management: 5 Componenti per il Successo 01/02/2017

Il Successo di un’azienda parte anche dal Contract Management!

Come?

Scarica il whitepaper e scopri le 5 best practices per gestire al meglio i tuoi contratti e ridurre costi, tempi e rischi.

Chi non vorrebbe lavorare con un’azienda che dispone di un efficiente reparto contratti e che può garantire linearità, tempistiche e costi, senza cattive sorprese?
Ti segnaliamo il nostro corso Managing Contract
utile per i professionisti in project management che vogliono gestire i contratti in modo corretto, sicuro ed efficace.
Per maggiori informazioni: 02.83847.263

Leggi
Adottare un Jazz Mindset NEWS / Adottare un Jazz Mindset 10/01/2017

Adottare un Jazz Mindset può essere la chiave per il successo?
Flessibilità, reattività e innovazione come strumenti per raggiungere la vetta

Scopri le 8 lezioni che ogni Project Manager dovrebbe imparare dal mondo della musica!

Scarica il whitepaper in Italiano
Oppure clicca qui per il testo in lingua originale

Vai ai corsi:

Business Mindset: Fondamenti di Leadership

Leadership & Communications

Area Business Skills

Leggi
Le Chiavi per una Carriera di Successo NEWS / Le Chiavi per una Carriera di Successo 09/01/2017

Quali competenze sono necessarie per essere un Project Manager di successo?
E’ possibile acquisire queste skills?
Come si possono integrare tra loro le diverse skills?
Come si sviluppano attraverso le diverse fasi di un Progetto?

Sposta il tuo focus dal semplice ed unico investimento sul Technical Training e padroneggia le 14 Core Business Skills che porteranno la tua carriera e la tua azienda al successo.

Scarica il Whitepaper tradotto
Oppure clicca qui per il testo in lingua originale

Ti segnaliamo i nostri corsi di Business Skills
Project Management Base e Avanzato

Leggi
Scarica il catalogo 2017 NEWS / Scarica il catalogo 2017 31/12/2016

Il  catalogo corsi più completo in Italia:

Project Management: i corsi fondamentali e le Certificazioni

I nostri corsi fondamentali sono perfetti per i professionisti che vogliono iniziare una carriera nel Project Management o che vogliono consolidare e formalizzare ciò che hanno già imparato dall’esperienza lavorativa.

Project Management: i corsi complementari e avanzati

Con l’avanzare della propria carriera di project manager verso ruoli senior, si devono seguire progetti sempre più complessi. I nostri corsi avanzati di Project Management permettono di acquisitire abilità specializzate, adatte ad attività di alto standard

I corsi di Business Skills

Le business skills professionali sono spesso trascurate, nonostante queste abilità costituiscano un importante fattore nel progresso di qualsiasi carriera. La nostra offerta di corsi di Business Skills aiuta ad incrementare le soft skills e la leadership permettendo così di avere maggiore successo sul posto di lavoro.

I corsi di Business Analysis per Project Manager e Business Analyst

I corsi di Business Analysis offrono una formazione completa sul management e lo sviluppo dei Requisiti, elementi cruciali per una project execution di successo. Tutta la nostra offerta è accreditata con l’IIBA ed è di supporto nel percorso di certificazione Certified Business Analysis Professional (CBAP)

Leggi
Project Management Today: PMI Talent Triangle NEWS / Project Management Today: PMI Talent Triangle 12/12/2016

SAPEVI CHE…?

Project Management Today: ben più di un Technical Role 
Come il PMI Talent Triangle ri-definisce la professione

Il Project Management si sta evolvendo dall’essere una disciplina prettamente tecnica per acquisire sempre più un valore strategico. Questo trend si riflette nel nuovo PMI Talent Triangle, che propone expertise in Leadership, Strategic Business Management e Technical Skills come tre pilastri richiesti ai Project Manager per mantenere la propria certificazione. Le aziende e i Project Managers più smart stanno già investendo in Training e Formazione per stare al passo con queste evoluzioni!

Per saperne di più, scarica il PDF

Leggi
Technical e Relational Skills nel Project Management BLOG / Technical e Relational Skills nel Project Management 05/12/2016

 

Il ruolo del Project Manager è in continua evoluzione.

Per condurre una carriera di successo non basta più avere forti competenze tecniche ma ad esse vanno aggiunte una componente di Leadership e un’attitudine Strategica.

Grazie a questo articolo di Lindsay Scott potrete vedere come convivono Technical e Relational Skills, apparentemente distinte ma in realtà collegate e fondamentali.

 

 

 

“Lo scorso mese ho partecipato ad un evento organizzato da TwentyEighty Strategy Execution a Londra dal nome “Le Sei Relational Skills che Definiscono Project/Programme Leaders di successo”. Primo focus dell’incontro è stato quanto ci sentiamo sempre più a nostro agio con le Technical Skills e quanto invece trascuriamo quelle Relazionali.

Diamo una breve occhiata alle differenze:

In maniera molto semplificata, si definiscono Technical Skills nel Project Management cose come metodi, frameworks, plans, risk logs, PIDs etc.; ossia le tecniche concrete che usiamo ad esempio per creare una Work Breakdown Structure (WBS), redigere o cambiare un log.

La parte Relazionale del Project Management racchiude invece gli aspetti legati alle persone – come lavoriamo con gli altri: guida di un team, comunicazione con gli stakeholders, negoziazione con i clienti, gestione di un conflitto e via dicendo. Un altro modo per definire queste abilità è Behavioural o Soft Skills.

Penso sia opinione condivisa che al giorno d’oggi i professionisti in campo di Project non dedichino sufficiente tempo allo sviluppo della componente relazionale – benchè questa tendenza stia già cambiando, specialmente grazie al crescente interesse intorno alla Leadership in Project Management.

Questa variazione di tendenza è anche dovuta al cambiamento che gli stessi progetti e programmi stanno iniziando a vivere – in alcuni casi dovuto a complessità o rischo – in altri casi per i prodotti o i servizi offerti (“internet of things”, digitalizzazione, etc) e per la volontà delle persone coinvolte di provare nuovi modi di lavorare (Agile, lean, etc).

Ulteriore ragione è che i Project Managers si stanno interessando sempre più alla visione di insieme di progetti e programmi legati al loro business e come essi siano legati alle strategie dell’azienda (Portfolio Management, Prioritisation, Benefits realisation, etc.) Il nuovo Talent Triangle del PMI considera infatti il Business Management in ottica di sviluppo.

Se guardiamo alla totalità dell’universo del Project, possiamo notare differenti skills, stili, approcci, obiettivi e risultati, arrivando ben oltre le semplici competenze e applicazioni di Technical e Relational skills richieste dal contesto di business.

triangle project management business skills

Durante la discussione, è stato chiesto ai partecipanti – tutti professionisti esperti in Project Management – di pensare alle differenze tra queste Technical e Relational Skills.

immagine-2

Pensando a questa divisione, possiamo identificare come comfort zone l’applicazione di Planning ed Execution in ambito di Technical Skills, poichè si tratta di abilità più semplici da imparare e quindi più facili da gestire nel tempo. Sicuramente utilizziamo anche le Relational Skills nella nostra attività quotidiana ma tendiamo a concentrarci meglio sul loro approfondimento e studio.

La conclusione di questa sessione è che si sta concretizzando sempre di più un “leadership gap, ossia non ci sono abbastanza buoni leader cui fare riferimento, nè tra le generazioni passate nè in quelle in via di formazione.

immagine-3

Un altro punto, emerso dalla sessione, trattava della crescente complessità dei progetti – puramente da un punto di vista degli stakeholder – insieme ai canali di comunicazione che i Project Manager devono mantenere, costruendo, in molti casi, anche importanti relazioni.

La semplice equazione sotto riportata mostra quanti canali di comunicazione possono esserci con l’aumento degli stakeholders (N)

E’ semplice dedurre quanto sia importante la comunicazione e quanto essa possa rappresentare un problema di fondamentale importanza per i Project Manager

immagine-4

Volgendo lo sguardo al più ampio ambiente del Project – a livello aziendale, era stato condiviso il diagramma sotto riportato, per mostrare come le Technical Skills vengano usate per svolgere lavori che richiedono un orientamento comune con una metodologia, concentrandosi per raggiungere i risultati, rispettare le deadlines e il budget.

D’altra parte, esiste anche la necessità di fornire il giusto senso di cultura ed ambiente aziendali affinchè le persone possano dare il massimo. Ciò potrebbe significare concentrarsi nel rafforzare la motivazione del gruppo di lavoro – dando così via ad un effetto domino verso progetti e programmi di successo.

E’ interessante notare come le Relational Skills non riguardino strettamente i Project Managers ma coinvolgano l’intera struttura aziendale, che ha il fondamentale ruolo di creare un environment nel quale queste skills vengano stimolate e riconosciute come importante strumento per il successo. Forse servirebbe che le aziende riuscissero a vedere quanto delle buone Relational Skills possano fare davvero la differenza nella loro attività quotidiana e a lungo termine di business, o forse basterebbe che investissimo noi stessi in prima persona.

immagine-5

Per leggere l’articolo originale clicca qui
Traduzione a cura di Gloria Venezia

Leggi
Le Domande nel Project Management BLOG / Le Domande nel Project Management 02/12/2016

Ogni Project Manager sa che per gestire un progetto di successo deve costruire un piano dettagliato.

In questo articolo di Simon Harris, potrete vedere quali sono le domande alle base di un lavoro efficace.

 

“Probabilmente conoscete la poesia di Kipling che inizia con:


“I KEEP six honest serving-men

(They taught me all I knew);
Their names are What and Why and When
And How and Where and Who”

 

Questo incipit è spesso citato in ambito di Project Definition, creazione di Business Cases e richieste di autorizzazione.

Chi lavora nel Project Management, infatti, è abituato a ripassare queste sei domande per gestire una vastissima gamma di contesti – essendo il ruolo del Project Manager quello di prendere qualcosa di disordinato e renderlo un piano chiaro e gestibile.
Queste domande, e le relative risposte, permettono di capire la radice di un problema o situazione.

Conosco il set di sei domande come fosse una checklist da almeno trent’anni. E in tutto questo tempo, ho avuto la sensazione che si trattasse di 5 servitori più il “Dove”. Insomma, a chi interessa dove si svolge il lavoro, fintanto che conosciamo il “Come” (il “come” è cruciale)? Tutt’al più consideriamo il “Perchè”, che è sempre utile per ispirare le decisioni a seguire. O anche il “Quando” da cui molti progetti dipendono. Il “Cosa”, poi, è essenziale per dare senso al “Come”. Ma il “Dove” non hai mai avuto importanza.

Fino a questa settimana, quando ho sentito di come il ruolo di grandi leader come CEOs, il Papa e i Presidenti sia quello di aiutarci a capire “DOVE stiamo andando”. Un’illuminazione!

Quindi, i sei amici sono:

  • DOVE stiamo andando – Destinazione
  • PERCHE’ stiamo andando lì – Bisogno o volontà
  • COSA deve essere creato o fatto per compiere il viaggio – Risultato
  • COME ci arriviamo – Azioni
  • CHI sta andando – Risorse ed energia
  • QUANDO abbiamo bisogno di arrivare (o quando partiamo) – Periodo

Potreste aver compreso tutto la prima volta che ne avete sentito parlare e io invece ho impiegato 30 anni per cogliere un aspetto fondamentale.
Forse, però, eravate al mio stesso punto: “Il Perchè e il Cosa hanno più senso”. Spero che aver condiviso questa rivelazione sull’interpretare il “Dove” come “Dove (siamo andando)” abbia aiutato ad ampliare la visione di alcune persone.

Ora mi domando, cosa sia sempre stato ovvio e chiaro per me che magari voi non avete considerato e cosa invece voi avete già compreso al quale io sono ancora cieco?
Avete avuto qualche illuminazione di recente che volete condividere?”
Scriveteci a solutions@esi-italy.it

__________________________________________________
Per leggere l’originale clicca qui
Traduzione a cura di Gloria Venezia

 

Scopri la nostra offerta formativa
Project Management – Corsi Fondamentali
Project Management – Corsi Complementari e Avanzati 

Leggi
The Pros and Cons of the Hero Project Manager BLOG / The Pros and Cons of the Hero Project Manager 28/11/2016

Imagine a project that isn’t going too well due to unexpected complexities.
The client asks for a new project manager to take over – and the supplier agrees that this course of action is the best way forward.
All project managers fear being sidelined or removed from a project. For the incoming PM however it’s quite a different story, as they’re often seen as the hero.

Scopri la nostra offerta formativa
Project Management – Corsi Fondamentali
Project Management – Corsi Complementari e Avanzati 

Leggi
7 modi per Ridurre il Rischio nei Progetti BLOG / 7 modi per Ridurre il Rischio nei Progetti 24/11/2016

 

 

Il Risk Management è un aspetto cruciale nella gestione di un progetto.

Esistono infinite fonti di rischio da considerare per tutelare il successo del proprio lavoro: poca chiarezza nei requisiti e negli obiettivi, comunicazione non efficace, scarso engagement del team di lavoro e gli imprevisti sempre in agguato.

E’ possibile studiare delle strategie per ridurre i rischi? Come si può agire concretamente?

Vi consigliamo la lettura di questo articolo di Elizabeth Harrin
Nella traduzione, troverete spunti efficaci e pratici per assicurare il successo del vostro progetto.

 

“Il concetto di Risk Mitigation è ben noto a tutti i Project Manager: si studiano strategie, se ne parla sul luogo di lavoro, in articoli e blog dedicati.
Ma cosa significa realmente? Cosa bisogna fare per attuarla?

Ecco 7 dei modi più diffusi ed efficaci per ridurre i rischi:

 

1) Chiarire i Requisiti

Quale risultato si vuole ottenere con il proprio progetto?
Conoscere gli obiettivi ed avere una visione realistica e trasparente è un importantissimo fattore per la riduzione dei rischi. Permette infatti di eliminare quella serie di rischi derivanti da fraintendimenti e scarichi di responsabilità che compromettono non solo il successo del progetto ma l’armonia e l’efficacia del team.
In questa fase è importante utilizzare feasibility studies, workshops e user groups per testare le idee prima di dell’inizio dei lavori. Le tecniche di Agile Project Management rappresentano un buon aiuto per coinvolgere end users e clienti in ogni step del percorso e per essere quindi certi che il progetto esaudisca le richieste iniziali.
Come fare? Tramite workshops, interviste agli stakeholders, reports dettagliati sullo scope e sullo svolgimento del progetto. Si tratta di attività che possono richiedere tempi maggiori rispetto a quelli previsti ma che aiuteranno in modo significativo l’intero lavoro.

 

2) Avere il giusto Team

Ogni individuo è una potenziale fonte di rischio, a causa di disponibilità e capacità: un progetto, ad esempio, potrebbe essere rallentato sia da persone con skills inadeguate, sia da persone non reperibili e disponibili nel momento del bisogno.
E’ utile, quindi, poter intervenire sulla scelta delle risorse necessarie all’interno del team, al fine di ridurre quella serie di rischi legati appunto agli individui. I progetti più importanti e prioritari dovrebbero avvalersi della collaborazione e dell’impegno delle migliori risorse all’interno dell’azienda (dove per ‘migliori’ si intende quelle che risultano più appropriate e necessarie al progetto stesso).
Come fare? Utilizzare un piano di stanziamento delle risorse per identificare chi è più indicato a seguire il progetto e poterlo poi includere nel team. Gestire in modo efficace e chiaro il tempo a disposizione. Organizzare ed adattare la propria pianificazione in base alla disponibilità delle risorse per essere sicuri di poter concludere il progetto nei tempi necessari.

 

3) Gestire il Rischio in modo Equo

Attribuire tutta la responsabilità del rischio su un singolo individuo o sul gruppo è controproducente. Benché trasferire la gestione del problema sia un’ottima strategia di Risk Management, è importante non scaricare la responibilità totalmente su qualcun altro.
Inoltre, affidare ad un altro team l’intero processo di rischio potrebbe influire in modo significativo sui costi, utilizzando in modo poco saggio i fondi a disposizione.
Come fare? Quantificare il rischio per escogitare il migliore approccio. Cercare modi per gestire i rischi in collaborazione con gli stakeholder per contenere l’impatto sui costi e sul lavoro.

 

4) Comunicare ed Ascoltare

Esiste un’altra condizione che rende potenziale fonte di rischio le persone coinvolte nel progetto: quando il loro contributo viene trascurato e non preso in considerazione.
E’ importante comunicare in modo costante, chiedere pareri ed ascoltarli. Questa attenzione permette di identificare i residual risks e le strategie per un’efficace coinvolgimento del team e degli stakeholders.
Come fare? Pianificare le comunicazioni e coinvolgere tutti gli interlocutori: consumatori, colleghi o gruppi esterni possono avere un forte impatto sul progetto (positivo o negativo, a seconda dei casi) e risulta quindi utile coinvolgerli costantemente, fin dai primi step.

 

5) Stimare la Fattibilità

E’ importante affidarsi a studi di fattibilità e prototypes per testare idee e soluzioni prima di iniziare a costruire il progetto. Si tratta di un modo semplice ma efficace di prevedere e ridurre i rischi, poiché offre la possibilità di verificare concepts, metodologia e soluzioni in sicurezza e per tempo.
Cosa fare? Dividere il progetto in piccole fasi, includendo un iniziale periodo di stima della fattibilità dell’intero disegno. Prevedere un breve lasso di tempo proprio per valutare la struttura pensata, il lavoro da eseguire e la soluzione in modo sicuro. Questa fase può rivelarsi di estremo aiuto per definire il progetto e può verificare il business case senza compromettere l’intero investimento.

 

6) Testare

I Project Manager con più esperienza sanno che quando si è sotto pressione per le scadenze, si cerca di guadagnare tempo eliminando la parte di testing.
E’ importante che ciò non accada. Il testing è una parte fondamentale per assicurarsi che la stima di rischio di un progetto sia bassa e gestibile. Grazie a questa attività, infatti, è possibile eliminare rischi che potrebbero ostacolare il progetto in futuro. E’ utile testare tutto (training materials, implementation plans, software e deliverables) in modo frequente ed attento.
Come fare? Stimare il tempo necessario al testing del progetto e, nei casi più complessi, raddoppiarlo. Dare importanza a questa fase e stabilire una vera e propria pianificazione dedicata da affiancare alle normali tempistiche di progetto.

 

7) Avere un Piano B

Nonostante la messa a punto di tutte le strategie utili alla riduzione dei rischi, è comunque possibile incontrare degli ostacoli nella realizzazione del progetto.
Il modo migliore per “prevedere gli imprevisti” è di avere già degli strumenti utili per studiare delle alternative, ad esempio:
– Fondi contigenti
– Flessibilità
– Risorse di riserva
– Opzioni per poter frammentare il progetto in segmenti e/o ridurne la portata
Nonostante pensare fin da subito ad un piano B possa risultare spiacevole, si tratta di un cuscinetto di fondamentale importanza nel caso in cui dovessero presentarsi ostacoli o problemi improvvisi e non prevedibili.
Come fare? Stabilire un margine di azione contingente con lo sponsor prima che parta il progetto. Stimare quantità e modo di utilizzo dei fondi aggiuntivi che potrebbero essere necessari. Prevedere il più possibile azioni correttive per risparmiare tempo e per sensibilizzare maggiormente chi è coinvolto nel progetto.”

_____________________________________________________

Traduzione a cura di Gloria Venezia
Per leggere l’articolo originale clicca qui

Ti segnaliamo il nostro corso di Risk Management, per saperne di più clicca qui

Leggi
New IIBA® Certification Program NEWS / New IIBA® Certification Program 20/10/2016

Per andare incontro alle crescenti richieste del mercato globale della Business Analysis IIBA® (International Institute of Business Analysis) ha creato programmi di certificazione multi-livello  (BA Gold Standard Certification framework). I quattro livelli hanno ciascuno la propria esperienza, sviluppo professionale e altri requisiti di ammissibilità, nonché una valutazione basata sulle competenze.

Scopri i corsi dell’area Business Analysis che ti permettono di acquisire i crediti utili CDUs all’ottenimento di queste certificazioni.

Guarda il video su  New IIBA® Certification Program

 

Leggi
Agile Project Management: un Cambiamento di Metodo e Mentalità NEWS / Agile Project Management: un Cambiamento di Metodo e Mentalità 14/10/2016

Con il sempre maggior successo dell’approccio Agile al Project Management, le aziende che ne stanno considerando l’utilizzo sono assillate da dubbi.
E’ il metodo giusto per noi? La nostra attuale struttura può sostenere questo cambiamento? Come potremo misurare i progressi?

Se vuoi diventare Agile, la tua Azienda deve essere Agile!
Per saperne di più scarica il PDF

Ti segnaliamo il corso Agile Project Management

 

Leggi
The Seven Activities of Project Closeout BLOG / The Seven Activities of Project Closeout 06/10/2016

The goal of the project closeout activities is to end the project in a way that reflects favorably upon the team, the team leader and the organization. This phase requires the completion of the seven activities.

Leggi
Establishing Clear Project Management Guidelines BLOG / Establishing Clear Project Management Guidelines 18/08/2016

When I come into an organisation that has never used formal business analysis or project management processes, one of my first challenges is to address the uncertainty and confusion over some key concepts and tools.

Approfondisci le tematiche attraverso i Nostri corsi:

Project Management Corsi Fondamentali

Project Management Corsi Complementari e Avanzati

Business Analysis

Business Skills

Agile Project Management

Leggi
Le Sei Skills fondamentali  per un buon Project Leader NEWS / Le Sei Skills fondamentali per un buon Project Leader 02/08/2016

Abbiamo messo insieme un documento che identifica quali sono le abilità contraddistintive per un buon Project Leader e che spiega come svilupparle personalmente e nel tuo team: le sei skills essenziali che descrivono un buon Responsabile di progetto.
Nel corso delle prossime settimane, riceverai più materiali come questo da noi. Speriamo che ti siano utili per la valutazione delle competenze, le aree che desideri sviluppare, e piani per la crescita e la carriera.

Ti segnaliamo il corso Leadership & Communications 

Leggi
How is the PMO Changing? BLOG / How is the PMO Changing? 21/07/2016

During a recent roundtable discussion event, the question was “How is the PMO changing?”. The idea was that each person around the table could contribute based on their different perspectives and experiences. There was a mix of consultants, current practitioners, trainers and me.

For me there are two different perspectives; the careers, employment aspect around PMO and the thoughts of the wider PMO community here in the UK through PMO Flashmob.

Approfondisci le tematiche attraverso i Nostri corsi:

Project Management Corsi Fondamentali

Project Management Corsi Complementari e Avanzati

Business Analysis

Business Skills

Agile Project Management

 

Leggi
La Resilienza nel Project Management NEWS / La Resilienza nel Project Management 07/07/2016

Il termine resilienza origina dal latino resiliens che significa saltare indietro, rimbalzare e viene utilizzato con significati diversi in molti contesti ma, in tutti, qualifica dei comportamenti adattivi che il sistema mette in atto come risposta ad eventi esterni traumatici, che tenderebbero a incrinarne l’equilibro. In ingegneria ad esempio indica la capacità dei metalli di resistere ad urti improvvisi senza spezzarsi, in biologia è la capacità di un un organismo di ripristinare il suo equilibrio elettrochimico, in psicologia si riferisce alla capacità delle persone di affrontare le avversità della vita, di superarle e di uscirne rinforzati…

Per leggere l’intero articolo, scarica il pdf

 

Leggi
L’Intelligenza Collettiva: i processi di Pensiero Critico e Problem Solving, chiavi della sinergia di team NEWS / L’Intelligenza Collettiva: i processi di Pensiero Critico e Problem Solving, chiavi della sinergia di team 10/05/2016

Scarica l’articolo “L’Intelligenza Collettiva: i processi di Pensiero Critico e Problem Solving, chiavi della sinergia di team” a cura di Jacopo Licciardi Consulente, Facilitatore e Coach (ICF, ACC)

Ti segnaliamo il corso Pensiero Critico & Problem Solving 

Leggi
The Project Management Job Race BLOG / The Project Management Job Race 31/03/2016

Like it or not, when it comes to gaining a new project management opportunity it can feel very much like a race – facing competitors, jumping over hurdles, getting in the ‘zone’ at interviews and ultimately winning or losing.

Leggi
ESI Italia diventa TwentyEighty Strategy Execution NEWS / ESI Italia diventa TwentyEighty Strategy Execution 12/02/2016

Siamo lieti di annunciare che ESI International ha completato il processo di integrazione conIPS Learning per costituire TwentyEighty Strategy Execution, la più grande azienda mondiale dedicata alla Performance Education e al Corporate Training. ESI International entra così a far parte della famiglia TwentyEighty (www.twentyeighty.com) numero uno al mondo nella formazione e consulenza in Project Management, Business Analysis, Agile Project Management, Sales Performance, Leadership Performance, Credit Performance, Strategy Execution.

Leggi
The Top Ten Business Analyst Trends for 2016 NEWS / The Top Ten Business Analyst Trends for 2016 28/01/2016

Scopri i top ten trends di quest’anno per la Business Analysis scaricando l’articolo

Per consultare il curriculum corsi dedicato alla Business Analysis clicca qui

Leggi

Video